Informativa
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sulla pagina o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio, gli stessi cookie e rimuovi il messaggio.

    Maggiori informazioni.
A4
Home Tutti A-Z Testi Italiani A-Z Testi Stranieri A-Z Chiedi allo staff Drrunaway 19 Anni Fa
 Pierangelo Bertoli
Nuovi Artisti
1. Michael McDonald
2. Toninho Horta
3. Smooth Jazz vari
4. Double
5. Bronski Beat
6. Al Jarreau
7. Etta James
8. The Queen
9. The Isley Brothers
10. Spyro Gyra
11. Sister Sledge
12. Kool & the Gang
13. KC & the Sunshine Band
14. Earth Wind & Fire
15. Joe Sentieri
Nuovi Testi/Accordi
1. Je so pazzo
2. You Belong To Me
3. Sweet Freedom
4. Tuesday Heartbreaker
5. Love two times
6. It's just a thoght chords
7. I Say a little prayer
8. Cocaine - Clapton
9. Gigi (Concato) - vs. Live
10. Bejo Partido



PIERANGELO BERTOLI - Accordi - Cent'anni Di Meno
Gestisci
--Key----Delay----Bpm: 72---Guitar--Piano-
Cent'anni di meno - Pierangelo Bertoli


stesi nell'erba tra i fiori di campo

persi a narrarci future fortune

coi sensi colmi di voglia di vita

in tasca solo speranza infinita

e una fiducia infinita nel seno

quando avevamo cent'anni di meno



quando una donna era fatta di nebbia
e dalle labbra stillava rugiada
da quella bocca spandeva all'intorno
inni alla nascita nuova del giorno
e i suoi capelli odoravan di fieno
quando avevamo cent'anni di meno

mille cannoni perduti in un bacio
noi credevamo alla pace nel mondo
bastava un dolce sorriso uno sguardo
tutti abbracciati in un bel girotondo
anche al diluvio davamo un suo freno
quando avevamo cent'anni di meno

oltre i confini di un chiaro orizzonte
nascevan solo mattini di pace
la fame, il freddo, la tetra miseria
o il malgoverno di qualche incapace
tutto sfumava in un cielo sereno
quando avevamo cent'anni di meno

luce accecante ci entrava negli occhi
e dipingeva di rosa il cammino
gli sfruttatori gli schiavi del vizio
o i giustizieri di un vecchio ronzino
li lasciavomo di fuori dal treno
quando avevamo cent'anni di meno

sopra alle sponde di un lago di pane
noi portavamo l'intero creato
poi cantavamo canzoni all'amore
nudi tra gli alberi ai bordi di un prato
paghi d'amore col cuore ripieno
quando avevamo cent'anni di meno

sotto alle stelle in un bar dentro casa
senza deciderci ad andare a dormire
noi volavamo su marte o la luna
felici solo di stare a sentire
e credevamo a un domani sereno
quando avevamo cent'anni di meno





Engine © 1999 - 2019 - Land63.com. e-mail:  Privacy | Norme sulla legalità