Informativa
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sulla pagina o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio, gli stessi cookie e rimuovi il messaggio.

    Maggiori informazioni.
A5
Home Tutti A-Z Testi Italiani A-Z Testi Stranieri A-Z Chiedi allo staff Drrunaway 19 Anni Fa
 Canzoni Napoletane
Nuovi Artisti
1. Michael McDonald
2. Toninho Horta
3. Smooth Jazz vari
4. Double
5. Bronski Beat
6. Al Jarreau
7. Etta James
8. The Queen
9. The Isley Brothers
10. Spyro Gyra
11. Sister Sledge
12. Kool & the Gang
13. KC & the Sunshine Band
14. Earth Wind & Fire
15. Joe Sentieri
Nuovi Testi/Accordi
1. You Belong To Me
2. Sweet Freedom
3. Tuesday Heartbreaker
4. Love two times
5. It's just a thoght chords
6. I Say a little prayer
7. Cocaine - Clapton
8. Gigi (Concato) - vs. Live
9. Bejo Partido
10. Moby Dick



CANZONI NAPOLETANE - Accordi - Lacrime Napulitane
Gestisci
--Key----Delay----Bpm: 72---Guitar--Piano-
--------
trascritto da Jimmy!



LACRIME NAPULITANE.


Mia cara madre sta pe' trasì Natale

e a stà luntano cchiù me sape amaro.

Comme vurria appiccià duie tre biancale

comme vurria sentì nu zampugnaro.

A 'e ninne mieie facitele 'o presepio

e a tavola mettite 'o piatto mio;

facite, quanno è 'a sera d''a vigilia

comme si mmiezzo a vuie stesse pur'io.

E nce ne costa lacreme st'America (inizio rit.)

a nuie napulitane

Pè nuie ca nce chiangimmo 'o cielo 'e Napule

comme è amaro stu ppane! (fine rit.)
LAm MI7 LAm......
Mia cara madre che ssò, che ssò 'e denare?
Pe' che se chiagne a patria nun so'niente
mo tengo quacche dollaro, e me pare
ca nun sò stato maie tanto pezzente!
Me sonno tutte 'e notte 'a casa mia
e d''e criature meie ne sento 'a voce
ma a vuie ve sonno comme a 'na Maria
cu 'e spade 'mpietto 'nant''o figlio 'ncroce.

Rit.

M'avite scritto che Assuntulella chiamma
chi l'ha lassata e sta luntana ancora.
Che v'aggia di? Si 'e figlie vonno 'a mamma
facitela turnà chella Signora.
Io no nun torno. Me ne resto fore.
E resto a faticà pe' tutte quante;
j'c'aggio perzo patria, casa, onore,
j'so'carne 'e maciello:so' emigrante!

Rit.





Engine © 1999 - 2019 - Land63.com. e-mail:  Privacy | Norme sulla legalità